LIBERTA', UGUAGLIANZA, FRATELLANZA (A.F. MOMORO)

sabato 24 luglio 2010

Società Sessuomane, di chi è la colpa?

Oggi giorno, il sesso è parte integrante della nostra vita. Non solo per il fatto che lo si pratica, ma perchè è oggetto di pubblicità, fiction, film e addirittura telefilm per bambini e ragazzi. Dalla mattina alla sera, 24 ore su 24, siamo bombardati da migliaia di messaggi e immagini che invitano esplicitamente a compiere amplessi, in ogni modo. Chi non copula è un perdente ed è fuori dalla società. Questo è il messaggio subliminale. Quanto dimostrato, oltre ad essere sbagliato, è anche pericoloso poichè porta i più o meno giovani alla ricerca senza limiti del piacere (senza precauzioni e alcune volte usando violenza) e all'infelicità perenne.

Aspetto i vostri Commenti.

1 commenti:

pietro ha detto...

Avevo tredici anni, quando ho saputo da un coetaneo che l'apparato femminile di una donna era simile allo spacchetto del chicco di grano.
Trovare la collocazione di questo benedetto chicco di grano mi ha portato ancora più avanti nel tempo.
La scoperta del sesso nel suo intimo è stata una scoperta meravigliosa, che non cessa nonostante l'avanzare impietoso degli anni.
Oggi questa scoperta è immediata, e avviene in un'età che, come si diceva una volta, il latte scende ancora dalle labbra e il moccio dal naso.
I giovani d'oggi si abbuffano di sesso, ne fanno indigestione; e come tutte le indigestioni, più avanti lo respingono.
E viene sostituito con altre esperienze, dannose e sovente mortali, nella ricerca spasmodica di nuove sensazioni.
Dice: i tempi sono cambiati.
Sarà, ma io non rimpiango i miei.

Desclaimer

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»